Cristina Cenciarelli

Roma (RM), 1954


Nata a Roma, fotografa di pubblicità, dal 2003 vive in un’isola in Brasile, a cui ha dedicato il libro fotografico “Boipeba luogo senza tempo”, 120 pagine, testi in italiano e portoghese, edizione Solisluna.
Nel 2005 con amici nativi fonda la biblioteca che riceve vari premi. Uno dei progetti più belli è "...mi ricordo...", film e foto sui ricordi degli anziani dell'isola. Per questo lavoro culturale e fotografico, nel 2013 la Marina del Brasile ha omaggiato Cristina come "Artista dell'Anno".
In questi ultimi 3 anni, Cristina si dedica a lavori autorali, mostre, workshop tra il Brasile e l’Italia. Tra i più significativi: “Boipeba luogo senza tempo”, Palazzo Mattei, Roma; Festival di Fotografia, Calcata; Festival Internazionale di Letteratura Flipelô, Salvador; “150 foto per Bahia” e collezione permanente nel “Museo Pierre Verger”, Fondazione Pierre Verger, Salvador; tutor per l’Istituto Casa da Photographia, Salvador; mostre “Salve Jorge” e “Conosco un luogo”, Rio de Janeiro.
“Pugili in uno scatto di luce”, progetto in corso fermato dal virus, è incentrato sulla boxe in Italia e in Brasile, ideato anche per uno scambio sociale e sportivo con giovani pugili della favela Rocinha, Rio de Janeiro.


EN

Born in Rome, advertising photographer, she has lived on an island in Brazil since 2003, to which she dedicated the photographic book "Boipeba, a timeless place", 120 pages, texts in Italian and Portuguese, Solisluna edition.
In 2005, with native friends, he founded the library which received various awards. One of the most beautiful projects is "... I remember ...", films and photos about the memories of the island's elderly. For this cultural and photographic work, in 2013 the Brazilian Navy honored Cristina as "Artist of the Year".
In the last 3 years, Cristina has dedicated herself to author works, exhibitions, workshops between Brazil and Italy. Among the most significant: "Boipeba timeless place", Palazzo Mattei, Roma; Photography Festival, Calcata; International Literature Festival, Salvador; “150 photos for Bahia” and permanent collection in the “Pierre Verger Museum”, Pierre Verger Foundation, Salvador; tutor for the Casa da Photographia Institute, Salvador; “Salve Jorge” and “I know a place” exhibitions, Rio de Janeiro.
“Boxers in a shot of light”, an ongoing project stopped by the pandemic, is focused on boxing in Italy and Brazil, also conceived for a social and sporting exchange with young boxers from the Rocinha favela, Rio de Janeiro.

Non disponibile