Silvia Gaffurini

Brescia, 1965


Vive e lavora a Brescia. Ha conseguito la qualifica di restauratrice di opere d’arte e precedentemente la laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera, a Milano. Con la fotografia, dal 2014, ha ridisegnato la sua vita trasferendo i valori che l’hanno guidata, come restauratrice, in un percorso di fotografia autoriale. La sua pratica artistica persegue un obbiettivo: raggiungere l’ideale rinascita di valori come rispetto e cura per impedire che la memoria diventi polvere. La realtà è base di partenza e, oltrepassando i confini della memoria, spazi “altri” si rivelano in un collage digitale metaforico. Ha partecipato (2014) alla Milan Image Art Fair nella sezione Proposte Mia e (2015 e 2018) con gallerie. Ha esposto al Fotofever, Caroussel du Louvre, Parigi (2015) e all’International Circuit NowArt esponendo a Bergamo, Matera e Berlino (2017- 2018). E’ stata selezionata dal curatore Giorgio Bonomi per l’archivio Italiano dell’Autoritratto Fotografico del museo Musinf di Senigallia e ha partecipato all’evento “Donne” nell’ambito del Brescia Photofestival curato da Donata Pizzi e Mario Trevisan, presso il Museo di S.Giulia a Brescia (2019). Nominata finalista per EneganArt, Concorso d’arte attuale (2017) con il progetto Genesi e al Fine Art Photography Awards di Londra con il progetto Genesi (2017) e con i progetti Tela d’ombra e Ophelia & me (2021). L’autrice è stata pubblicata sul magazine Il Fotografo e in cataloghi di mostre ed esposizioni.


Non disponibile