Barbieturici


Barbieturici



Il progetto Barbieturici è un lavoro durato a lungo. Uno di quei lavori che non sai mai se hai finito davvero. Iniziato in Francia, per caso, un po' per provocazione e tanto per esorcismo: Barbie è decisamente inquietante. Barbieturici, è un gioco con il nome della bambola che per intere generazioni ha simboleggiato la donna perfetta. Ciò che all’inizio era un semplice giocattolo per ragazzine del ceto medio, oggi incarna i modelli estetici e le aspettative che sono imposte (o auto-imposte) alle donne. Le opere rappresentano varie forme di disagio femminile: la non accettazione del proprio corpo, la rabbia, la depressione, la dipendenza dai farmaci, il male di vivere. Le immagini sono forti, graffianti, fastidiose. Grattano sotto la superficie della indifferenza collettiva, delle convenzioni, dei perbenismi e espongono attraverso un linguaggio immediato e  senza sconti realtà nascoste, spesso custodite come segreti vergognosi. Vogliamo parlare poi della morte di Barbie? Il progetto finisce con il suo omicidio-suicidio.

Anno: 2008
Foto totali n°: 7
Formato cm: vari
Edizione: 1 di 3
Stampa: getto inchiostro
Supporto: carta cotone
Note: