InsideOut


InsideOut



Il sociologo Erving Goffman afferma che ognuno si presenta come se fosse su un palcoscenico. A seconda dei casi possiamo essere amici, amanti, genitori, colleghi, tifosi, avversari.

Non sempre questi ruoli sono compatibili fra loro, così come le emozioni che esprimiamo. Alcune sono frequenti e socialmente accettabili, altre sono private, altre ancora facciamo fatica a riconoscerle noi stessi. Alcune emozioni sono così “trattenute” che ho preferito rivolgermi a soggetti non umani per rappresentarle.

Ho voluto trasferire nei miei lavori la complessità dell’intimità: il dualismo della personalità, le contraddizioni, i desideri profondi. I soggetti di InsideOut ci obbligano a seguirli per mettere a fuoco il loro “momento”.

A contorno di tutto c’è la vita di tutti i giorni, il clima sociale, le emozioni collettive: una sorta di rumore di fondo che disturba ulteriormente la nostra percezione.

Propongo all’osservatore di lasciarsi trasportare, vedere cosa prende forma, scoprire quali immagini destano per lui maggiore significato. Trovare quindi il suo “punctum”: ciò che l’osservatore aggiunge alla foto e tuttavia è già nella foto.
Lo scopo ultimo è la pace interiore, l’accettazione di ciò che si sente. Queste anime esistono, dentro di noi, e chiedono di essere ascoltate.

EN

We all try to control the impression we make on others.

Canadian sociologist Erving Goffman stated that each of us shows itself as if it were on a stage. Changing the social environment, the role we play also changes. Depending on the situation, we can be friends, lovers, parents, colleagues, fans, opponents.

These roles are not always compatible with each other. As well as some emotions we express. Some are frequent and socially acceptable. Others are private. Others so inhibited that it is hard for us to recognize and accept them.

I have transferred the complexity of intimacy into the works: the dualism of personality, the contradictions, the deep desires. The subjects make me to follow them to focus on their "moment". It is not that easy: as in the real world, the everyday life and society, constitute a sort of background noise that disturbs the perception.

I ask to the observer to let be carried away, see what takes shape: wich images arouse greater meaning for you? Find your "punctum": what you add to the photo and yet is already in the photo.

The final goal is the inner peace, the acceptance of what one feels. These different souls are within us and ask to be listened.

Anno: 2021
Foto totali n°: 8
Formato cm: 60x90
Edizione: 1 di 8
Stampa: getto inchiostro
Supporto: altro supporto
Note: