M10




M10 narra di una rigenerazione e rinascita di Maradona: rigenerazione come fa l’arto ferito della salamandra che mutilato si riforma ma anche rinascita dalle fiamme che non bruciano ma rigenerano e curano solo un sogno, fiamme in cui il metallo fuso/sangue, come nel sistema circolatorio, restituisce forma alle varie parti del corpo che emerge dalle macerie per riunirsi, connettersi e trovare l’unità. Tante vite tutte imperfette quelle di M, un nuovo Masaniello simbolo consacrato del riscatto popolare della città di Napoli con le armi di un pallone. Come i sassi nella favola di pollicino Diego seminò visioni capaci di spostare la nostra abituale percezione delle cose, suggestioni per immaginare, o anche solo desiderare un mondo, una conoscenza, delle relazioni diverse.
Diego usava i piedi come le mani e, quando serviva, le mani come i piedi: arrivò con la mano laddove non poté arrivare la cabeza dei suoi scarsi 160 cm.
I frammenti… una mano un piede un pallone … uno sguardo… evocano sensazioni emozioni e fanno riaffiorare storie passate e recenti che ci hanno nutrito, colpito, catturato nel tempo etestimoniano una ricerca di purezza, di orizzonte, che poco si adatta alla brutalità di una realtà che divide, esclude, impera. Maradona c’è sempre anche in un piccolo frammento.

Anno: 2022
Foto totali n°: 10
Formato cm: 40x40
Edizione: 1 di 3
Stampa: getto inchiostro
Supporto: carta fotografica
Note: