Still Life


Still Life

Collection

06/20


... per rimettere in moto il tempo! Fra i diversi livelli di lettura contenuti nel progetto, ho scelto di esplicitare, attraverso il titolo, il paradosso su cui si basa la nostra percezione delle immagini fotografiche. Ogni fotografia è, nel senso letterale del termine, uno still life. A livello simbolico, quando scattiamo una fotografia,  è come se fermassimo il tempo congelandone un frammento. Quando invece guardiamo una fotografia, i nostri occhi, muovendosi, analizzano l’immagine nelle sue parti, mentre la nostra mente la ricompone assegnandole un senso. Ogni percezione è quindi un processo e, come tale, presuppone una durata: ecco allora che fotografando fermiamo il tempo per poi rimetterlo nel flusso temporale della nostra percezione. Da questo punto di vista non può esserci percezione visiva ”immediata” se esperita tramite gli organi di senso; unica eccezione, probabilmente, quel particolare tipo di “visione sinestetica” che i buddisti chiamano illuminazione. Ogni immagine del progetto è composta da due scatti fotografici affiancati specularmente. Fra loro intercorre un certo lasso di tempo e qualcosa succede, qualcosa cambia.

Anno: 2013
Foto totali n°: 350
Formato cm: Vari
Edizione: 1 di 5 + 1ap
Stampa: lambda
Supporto: carta fotografica
Note: