Territori innevati


Territori innevati



Percorrendo in bici le strade di campagna in inverno la mia curiosità e l’attenzione si è soffermata su alcuni piccoli e secchi rametti caduti in terra. Mi sono soffermato col pensiero sulla sembianza di questi rametti alti circa 12/15 centimetri con dei veri alberi, solo in miniatura. Durante un viaggio in treno attraversando gli Appennini sotto un cielo colmo di neve è scaturita l’idea di collocare i rametti trovati e raccolti per strada in un territorio immaginario e ovviamente in una giornata di neve. Una volta selezionata una serie di questi piccoli rami, ho usato lo scanner – strumento che adopero spesso –per ottenere la sensazione visiva di essere di fronte ad alberi spogli in dimensione reale. L’effetto neve è anche qui il risultato di una scansione, questa volta di un vetro smerigliato. Inizialmente il progetto era composto dalle immagini con la dicitura “giorno”, ma per un errore dell’opzione tasto “seleziona/inversa” di Photoshop mi sono ritrovato anche la versione notturna. Tutto il progetto è stato eseguito solamente con lo scanner. Paesaggi innevati osservati dal finestrino di un treno durante un viaggio. Scenari contrastati nell’innaturale bianco candore, alberi spogli, rami scheletrici tesi al cielo in una silenziosa giornata che minaccia ancora neve. Fantasiosa interpretazione di questi territori di montagna.  Lontano, a nord il Freddo. Si annuncia una bufera.

Anno: 2012
Foto totali n°: 20
Formato cm: vari
Edizione: 1 di 5
Stampa: getto inchiostro
Supporto: carta cotone
Note: