Vesuvio, 11 luglio 2017


Vesuvio, 11 luglio 2017



Vesuvio, 11 luglio 2017

EN
I lived on the slopes of Vesuvius with my family, sharing presence and belonging to the place. This strong, unconscious feeling, slowly got diluted by the distance, looking at everything from afar, turning Vesuvius into a landscape. In July 2017, 2.700 hectares of pine forests were burned and 50 million bees died. I felt a sense of danger and protection. I helped the fire brigade after a tormented night of anguish. Vesuvius was awakening as an inner presence. When everything extinguished, I felt the need to return and take pictures, dedicating to "him" a real assignment that continues today.

IT
Vesuvio, 11 luglio 2017

Ho vissuto alle pendici del Vesuvio con la mia famiglia, condividendo presenza e appartenenza al luogo.
Questa sensazione forte, inconscia, lentamente si è diluita con la lontananza, guardando tutto a distanza, trasformando il Vesuvio ai miei occhi come un paesaggio.
Nel luglio del 2017, 2.700 ettari di pinete sono andati bruciati e 50 milioni di api sono morte.
C’erano almeno otto roghi in diversi punti.
Ho avvertito una sensazione di pericolo e protezione verso ciò che pensavo appartenesse al passato.
Sono andato ad aiutare i vigili del fuoco, dopo una notte tormentata e di angosce. Il Vesuvio si stava risvegliando come presenza interiore.
Quando tutto si è spento, ho sentito il bisogno di ritornare e fotografare, un gesto di cura che ancora oggi continua.
Vesuvio, 11 luglio 2017 è un work in progress.

Anno: 2017
Foto totali n°: 20
Formato cm: 107x150, 71x100
Edizione: 1 di 5
Stampa: altro procedimento
Supporto: carta cotone
Note: