Danilo Susi

Pescara, 1949


Medico gastroenterologo, è presidente dell’AMFI, associazione medici fotografi italiani. Onorificenze FIAF: AFI 2015, BFI 1986.  Inizia  negli anni ’70 come autodidatta, con frequentazioni dei maestri pescaresi Moder e Simoncelli e della Galleria Rondinini di Roma. Nel 1980 vive direttamente la I° edizione de “Le mois de la photos à Paris”: ricerca la linea e la luce quali espressioni di vita. Nel 2003 la “svolta innovativa”, grazie anche al digitale. Recuperando dalla natura quell’esistente secondo l’impressionismo di Claude Monet, ha dato colore ad un liquido per definizione incolore ed amorfo, fotografandone i riflessi: l’acqua è diventata la sua “tavolozza”, i suoi colori il suo “visibile”. Ha cercato di riscoprire la “purezza” della tecnica fotografica senza ricorrere ad elaborazioni di postproduzione, esaltando ciò che la natura offre di per sé; in tal modo i colori dell’acqua, intensi numerosi e fluttuanti secondo la luce, sono diventati opere astratte di valenza pittorica. Nasce così il progetto ACQUASTRATTA, che nel 2008 diventa sia una mostra itinerante con catalogo, esposta in varie gallerie private e sedi istituzionali, sia marchio d’impresa: le immagini vengono riprodotte su seta creando una collezione artistica di scialli e sciarpe, riproducenti una serie di immagini astratte, fortemente pittoriche. Nel 2010 inizia una ricerca selettiva dei colori e avvia il progetto fotografico ASTRATTISMI PARALLELI insieme al fotografo Carlo D’Orta: i riflessi astratti sull’acqua si uniscono ai riflessi astratti su vetri e metalli dell’artista romano; il progetto diviene una mostra itinerante (Ancona, Pescara, Bologna, Parigi, Milano, Spoltore) con catalogo d’arte. Nel 2011 ad essi si unisce il pittore Albano Paolinelli di Pescara e i tre artisti costituiscono il gruppo REALISMO ASTRATTO, guidato dal critico d’arte Valerio Dehò: una ricerca dell’astrazione partendo dal reale. Dopo il distacco di D’Orta nel 2013, Realismo Astratto diventa un binomio di fotografia e pittura inserito tra le ultime tendenze artistiche nel volume “La via italiana all’informale” curato da V.Patarini, ed. G.Mondadori” e nello stesso anno la sua ricerca viene inserita anche nel catalogo d’arte “Sensazioni artistiche” ed.G.Mondadori . Nel 2011 realizza per il Comune di Termoli il progetto ITALIA150, comprendente la mostra itinerante COLORI d’ITALIA, con catalogo e DVD con musiche del M° di chitarra acustica Andrea Castelfranato, e Gemellaggio Culturale tra Termoli e New York con il fotografo Tony Vaccaro. Nel 2012 è invitato dall’Assessorato alla Moda della Provincia di Milano ad esporre, durante il Fuorisalone del mobile, a Palazzo Isimbardi le sue nuove collezioni di foulard in seta con la mostra LA NATURA CHE VESTE: dal file al foulard. Nel 2017 riceve l’incarico dal Comune di Scanno (AQ) di realizzare il progetto L’ACQUA DEL LAGO E LA SUA METAMORFOSI: foto, scialle in lana e seta, gioiello (il file è riprodotto su vetro soffiato-tipo Murano-secondo la tecnica dell’antica lavorazione al lume e montato in argento).  Gallerie referenti: Satura, Genova; Gallerati e La Vaccarella di Roma; E20 e new-HUB, Pescara; Magazzini Arte Contemporanea, Trapani. Alcune sue opere fanno parte delle collezioni della Galleria Civica “G.Sciortino” di Monreale (Pa) , del Museo del Vetro di Abano-Montegrotto Terme, della Fondazione Malerba per la Fotografia FMF, della società Alidem-l’arte della fotografia di Milano, del GSSI-Gran Sasso ScienseInstitute-de L’Aquila, della collezione Cavallini-Sgarbi. E’ autore di 11 libri e cataloghi fotografici e, in tiratura limitata, di foulards in seta, gioielli in vetro e argento, piatti di porcellana. Hanno scritto di lui: Ugo Zatterin, Giorgio Tani, Giorgio Giovannetti, Achille Pace, Carlo Fabrizio Carli, Eva Clausen, Carlo Gallerati, Fausto Raschiatore, Carla Tommasina, Albano Paolinelli, Andrea Lombardo, Noemi Pittaluga, Stella Neri, Arpinè Savignan, Giuliana Traverso, Claudio Marcozzi, Silvano Bicocchi, Loris Schermi, Raffaella Cordisco, Valerio Dehò, Daniele Radini Tedeschi.   E’ recensito come artista nel CAM, ed. Mondadori, n.47/2011, n. 50/2014, n.51/2015, n. 52/2016 nel dossier di fotografia.


Non disponibile