Silvia Gaffurini

Brescia, 1965


Silvia Gaffurini nasce a Brescia nel 1965. Consegue la licenza Accademica in Pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e come restauratrice ha percorso un lungo viaggio lavorativo. Smessi i panni della restauratrice i temi indagati dalla sua pratica artistica, legati all’ambiente e alla condizione femminile, raccontano della profonda interdipendenza tra presente e passato ed, equiparandoli idealmente ad un unico piano temporale, trae comparazioni e sovrapposizioni per confermare quanto sia importante il concetto di salvaguardia anche per salvare noi stessi. Il suo lavoro è stato esposto in mostre collettive e personali, in Italia e all’estero. Nel 2014 è stata selezionata dalla commissione della Fiera Internazionale di fotografia MIA Photo Fair, Milano, come Proposta Mia. Nelle edizioni successive 2015 e 2018, alla medesima fiera, è stata inserita in collettivi espositivi di gallerie. E’ stata selezionata dal curatore Giorgio Bonomi per l’archivio Italiano dell’Autoritratto Fotografico del museo Musinf di Senigallia. Nel 2019 è stata selezionata dai curatori Donata Pizzi e Mario Trevisan per la mostra “Il ritratto al femminile” al Museo di S. Giulia, Brescia. Nel 2018 è stata acquisita dal museo dell’autoritratto Musinf di Senigallia e nel 2021 fa parte degli artisti acquisiti dal Fondo Malerba per la fotografia, Milano. Nel 2017 è finalista per il premio Enegan Art. E’ stata nominata nelle categorie Professional Fine Art e Conceptual al Fine Art Photography Awards di Londra. Ha ricevuto la Menzione d’Onore nella categoria Professional Conceptual al Neutral Density photography awards 2021.


Non disponibile